Crea sito

Story Musgrave: l’astronauta che vide i dischi volanti

220px-StoryMusgraveGli astronauti della Nasa hanno rilasciato dichiarazioni importanti sulle loro esperienze con gli Ufo. L’ultimo in ordine di tempo è l’astronauta della NASA Story Musgrave ritiratosi dalla Nasa nel 1997. Musgrave ha dichiarato di aver vissuto un incontro ravvicinato con un UFO durante la missione STS-80 dello Space Shuttle Columbia. Durante la missione ad un’altitudine di 190 miglia nautiche, ha avvistato fuori da uno degli oblò dello Shuttle un oggetto di grandi dimensioni a forma di disco che volava al di sotto del Columbia. Il disco volante comparve all’improvviso, dal nulla, e ha volato poi attraverso le nuvole procedendo da destra verso sinistra.

L’astronauta non è stato il solo ad essere testimone dell’accaduto, anche il resto degli astronauti hanno assistito increduli e meravigliati all’evoluzione del “disco volante”

Secondo le testimonianze si è trattato di un oggetto di grandi proporzioni, con una dimensione stimata tra i 50 e i 150 piedi (cioè tra i 15,24 e i 45,72 metri, N.d.T.). Questa stima si è potuta dedurre comparando l’UFO alla comune spazzatura spaziale e ai pezzi di ghiaccio vaganti lì attorno; inoltre lo scafo del velivolo sembrava ruotare in senso antiorario.

In una recente intervista il Dottor Musgrave ha dichiarato che in tutte le sue missioni spaziali – sei in totale- ha fatto dei tentativi personali di comunicazione con gli extraterrestri chiedendogli di portarselo via con loro.

L’astronauta ritiratosi dopo la missione STS-80 in un recente evento pubblico di carattere scientifico in cui era presente come relatore,  ha detto – indicando la diapositiva di un extraterrestre della tipologia conosciuta come quella dei Grigi che veniva mostrata dal proiettore – “Questi ragazzi esistono veramente…. posso garantirlo!”.

Translate »