Crea sito

L’Ufo di Poggioreale raccontato da Fire 69

“A gentile RICHIESTA, riporto l’avvistamento avvenuto tra il ’78 e l’82. Data imprecisa perchè sono trascorsi numerosi anni e non abbiamo neanche più il giornale, che pubblicò la notizia dell’avvistamento. 

ufo poggioreale napoliBè le cose sono andate esattamente in questo modo.

Orario pomeridiano, stavamo andando via dal tennis con l’auto, luogo dove usualmente svolgevo i miei allenamenti. Scesi dall’auto per aprire il cancello manuale che ci si trovava davanti; nel mentre mio padre era alla guida. Aperto con la chiave il cancello, di fronte a me, era presente il palazzo che vedete nel video.

Il caso, ma anche la posizione volle che alzassi gli occhi di quel tanto che mi portassero a vedere prima un enorme ombra scura sul palazzo, seguita poi dalla visione dell’ enorme oggetto. In primo luogo mi sembrava una forma a sigaro metallico, perchè non aveva una sagoma irregolare e visto dal basso, restai molto sorpreso. Poi nell’osservarlo bene mi resi conto che la forma era a disco e non come il dirigibile Goodyear di quel periodo. Nel mentre mio padre, scese immediatamente dall’auto e si avvicinò a me ammutolito. L’oggetto non emetteva assolutamente nessun suono, ondeggiava impercettibilmente sul palazzo quasi a sfiorarne il terrazzo.

Credo che il tutto si sia svolto in 2 o 3 minuti al massimo. In un battito di ciglia (nel vero senso della parola), l’oggetto enorme sembrò dissolversi nel nulla in un modo inspiegabile, ma in realtà avendo gli occhi ancora puntati in quella direzione, notai che un puntino nero a lunga distanza, si muoveva con un effetto che ricorda quello delle mosche quando volando, cambiano improvvisamente direzione. Subito dopo, io e mio padre rientrammo in auto commentando l’accaduto. Mio padre scettico su tutto quello che è il paranormale o materia Ufo, questa volta dovette ricredersi in materia. Percorremmo la via che ci immise sulla strada principale di Poggioreale e qui, la sopresa. Numerose auto ferme con porta aperta, gente al di fuori, ed il benzinaio dal quale facevo rifornimento che commentavano impressionati, l’enorme disco che avrebbe sorvolato quella zona. Il che non lasciava dubbi sul fatto che non fosse un velivolo convenzionale e che anche le altre persone, qualche minuto prima di me, videro planare nel posto dove poi io ho avuto la possibilità di osservarlo.

Di questo avvistamento ne diede notizia il giornale di Napoli. Quale? In che periodo preciso?? EHEHE Bella DOMANDA. A detta di mio padre, lui ricorda che il trafiletto diceva pressapoco: Oggetto non identificato avvistato nei cieli di Caserta. Ma noi l’abbiamo visto a Poggioreale, per cui non so perchè lui ricordi cosi’. Inoltre anche l’osservatorio di Capodimonte fu menzionanto nel trafiletto. Ho avuto modo di parlare dell’accaduto in modo informale con un responsabile del CISU in Campania ma purtroppo non ho potuto fare altro che raccontare questa incredibile storia che risale ad un bel po’ di tempo fa. Pero’ una cosa è certa. Io ho avuto la prova reale, che ASSOLUTAMENTE, quel velivolo non fosse di origine terrestre. Per cui, mi viene da ridere quando penso a gente che ha dedicato anni in materie scientifiche rifiutando “la presenza” extraterrestre sulla terra, solo perchè ragionando con i canoni della fisica terrestre, sembra impossibile una loro visita a causa dell’enorme tempo che impiegherebbero.

Bè da quello che ho potuto osservare quel giorno, la tecnologia che utilizzavano già in quel periodo è qualcosa che è ancora lontana anni luce da noi. Quella manovra per allontanarsi racchiude una serie di componenti che non hanno nulla a che vedere con il terrestre. Velivolo enorme in sospensione nell’aria a pochi metri da una terrazza. Propulsione silenziosa ed una manovra effettuata ad una velocità inimmaginabile “da fermo”, che deve tenere presente anche degli oggetti come aerei uccelli o altro che avrebbero potuto trovarsi sulla sua rotta.

Questo è quanto ed il video rende molto bene quella situazione, con un’unica differenza. L’effetto di allontanamento è molto simile ma non uguale. La differenza è che visivamente sembrò scomparire e riapparire in una frazione di secondo a non meno di 2/3 km in linea d’aria dalla mia vista, esegundo pero’ quella manovra a zig zag in lontananza come è anche nel video. Ad oggi dopo tanti anni penso di essere stato un fortunato insieme ad altre persone di quest’evento, indubbiamente ben diverso da lanterne cinesi o sviste di qualsiasi altro tipo. La mia è una storia come tante diversa diciamo, nella tipologia di avvistamento, ma comunque una storia che può essere creduta o non. Sono uno dei tanti senza prove evidenti ma senza la pretesa di essere creduto. Prendetela come un racconto e lasciatevi se volete il dubbio di credere o non credere. Anche trovando il trafiletto di quel giorno, comunque lascerebbe numerose DOMANDE e dubbi non essendoci foto o video. Eppure quando ci sono foto e video…… ecco che c’è sempre qualcuno che smantella tutto.

Non sono un adolescente che ama raccontare cretinate per darsi un tono con questa storia. Non mi è mai interessato approfondirla allora, perchè per quanto eclatante il fatto ero distratto anche da altre cose. L’evento è un ricordo mio è di mio padre. Ci sarà sicuramente qualcun altro con storie di fatti reali accaduti che resteranno soltanto a lui stesso non avendo prove da dimostrare. Ma non importa. L’importante è esserci stato in quel momento che per quanto irreale, INDUBBIAMENTE REALE.  A coloro che creano storie false, foto false, video falsi in materia extraterrestre spacciandole per reali, faccio un sorriso sarcastico”

Ricostruzione in 3d di un avvistamento reale

Guarda La ricostruzione (Autore Fire 69)

 Fonte: http://ufologando.freeforumzone.leonardo.it/d/10485503/Avvistamento-Ufo-Poggioreale-Napoli/discussione.aspx

Ringraziamenti: Barbara

Translate »